Primo week end di Oktoberfest Torino terminato

Primo week end di Oktoberfest Torino terminato

Il week end è cominciato sabato con l’intervento del birrificio Beba con Enrico.

Enrico, nell’ora e mezza di incontro, ci ha fatto rivivere gli anni in cui nasceva il movimento birraio artigianale in Italia con tutte le sue sfumature fino ai giorni nostri.

Chi ha avuto la possibilità di partecipare all’incontro ha potuto costatare la passione di chi c’era e c’è ancora in questo mondo di acqua, malto e luppolo.

La giornata di divulgazione è terminata con il mondo femminile.

Elvira, Serena, Luisa e le socie Silvia e Irene, dei rispettivi birrifici Edifil e Treebale, hanno condotto due ore di intervento riuscendo a coinvolgere il pubblico accreditato e non solo.

Queste attive e appassionate ragazze ci hanno raccontato il mondo della birra al femminile.

Durante il loro intervento Silvia e Irene ci hanno gratificato omaggiandoci di un piccolo assaggio di quanto da loro prodotto.

Le attività di domenica sono cominciate alle ore 14 con il mio amico e compare di ventura, nella associazione Birrafacendo, Michele.

Michele in due ore, poi gli abbiamo dovuto togliere il microfono, ci ha spiegato come riuscire ad auto prodursi della ottima birra casalinga nella propria cucina di casa e come utilizzare il programma calcoliamo birra.

Durante il suo intervento Michele, con la precisione che lo contraddistingue, è riuscito a catturare l’attenzione di tutti quanti coinvolgendo anche i passanti.

In ultimo, ma solo per scaletta non per importanza, Davide, della Malteria del Monferrato, ha chiuso gli interventi del week end raccontandoci il mondo del malto dalle fasi di coltivazione dell’orzo alle fasi di maltazione.

Un mondo affascinante che visto da fuori sembra semplice, ma più ci si addentra nell’argomento, e più il pubblico capisce quanta dedizione e passione bisogna avere, per coltivare e lavorare uno dei cereali più “semplici” che i nostri campi ci danno.

Stanchi molto stanchi ma soddisfatti di quanto siamo riusciti a mettere in piedi nel poco tempo a nostra disposizione.

Vi invitiamo a consultare il calendario per vedere quali altre attività sono previste il prossimo week end. 

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *